Davide contro Golia: l’uomo e la natura 

Vivi Pensando

Sono case distrutte, ponti crollati e strade allagate; sono città rase al suolo e vie interrotte; sono la memoria andata persa e la morente quotidianità, i resti prodotti dalla forza distruttrice della natura, la quale non ha alcuna pietà, né limite. Sono questi i momenti in cui l’uomo si rende conto della propria impotenza, nonostante gli appartenga quell’intelletto che si costringe nell’andare oltre le proprie capacità. Si alinea dalla natura stessa, la quale è una coscienza priva di coscienza, una serie di leggi che regolano il funzionamento del mondo e organizzano i doveri di ogni essere vivente. Da ciò scaturisce il contraddittorio e conflittuale rapporto tra uomo e ambiente, nel quale il vero protagonista è il primo, sempre in cerca di comprendere il secondo, senza mai riuscirci completamente. Scrutandone i segreto e capirne le regole, alle quali disubbidisce tentando di prevalerle. Perciò ci sono uomini che inquinano mari e terre…

View original post 205 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...