New Journalism: il movimento che rivoluzionato il giornalismo 

Destroy Diary-il diario di una distruttrice

Nel periodo storico degli anni ’70, che vedeva scenari come la guerra del Vietnam e le rivolte sessuali e femministe, il giornalismo tradizionale non poteva essere efficace per descrivere al meglio quell’epoca frenetica,ma la scrittura satira di Tom Wolfe, quella psichedelica di Hunter Thompson e quella cinica e geniale Truman Capot si insinua prepotentemente a descrivere l’indescrivibile. I maggiori autori del New Journalism, creano questo nuovo movimento. Nasce durante gli anni ’60, inizialmente per vivacizzare il giornalismo televisivo, negli stati Uniti; presenta motivi tipici della narrativa, modo per attirare il lettore. È Wolfe a coniarne il termine nel 1973 e a evidenziarne le quattro caratteristiche principali, ovvero la costruzione della storia attraverso una conseguenza di scene; descrizione di ogni singolo dettaglio, anche quello più insignificante; utilizzare i dialoghi e infine la presentazione delle scene secondo un punto di vista interiore, così che il lettore si immergi nella vicenda.Gli autori più…

View original post 92 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...